Liposcultura alle Braccia

liposcultura braccia

La cura del corpo passa attraverso una vita sana ed equilibrata caratterizzata da una alimentazione corretta e da un regolare esercizio fisico. Spesso, però, tutto ciò non consente di eliminare antiestetici pannicoli adiposi che si localizzano nelle braccia rendendo spiacevole e imbarazzante indossare un abito senza maniche. In questi casi interviene la chirurgia estetica che mediante le tecniche di liposuzione e liposcultura risolve il problema, eliminando gli accumuli adiposi.

Liposcultura delle braccia: l’intervento

L’accumulo di grasso altera le linee del fisico appesantendolo e rendendolo sicuramente meno gradevole non solo nella zona dell’addome, dei glutei e delle cosce ma anche nelle braccia.

La tecnica della liposcultura rimuove il grasso e rimodella la parte, restituendo alle braccia una linea persa da tempo. Attraverso piccolissime incisioni il chirurgo inserisce alcune microcanule che permettono di asportare la sostanza adiposa: successivamente, dopo la lipoaspirazione, avviene un armonico rimodellamento della parte. Si tratta di un intervento indolore, poco invasivo e molto efficace.

Decorso post-operatorio

Il recupero del paziente dipende dall’ampiezza della zona trattata ma avviene, comunque, in pochissimo tempo: la silhouette delle braccia femminili ma anche le linee di quelle maschili ritornano ad essere perfette e naturali.

Dopo l’intervento è applicata una guaina elastica che effettua una regolare compressione sulla parte operata e che si porterà per poche settimane. Trascorsi alcuni giorni dall’intervento si può riprendere la normale routine lavorativa mentre per dedicarsi alle attività sportive, si deve attendere qualche settimana.

La valutazione pre-intervento

La forma fisica e le caratteristiche corporee sono valutate dal chirurgo che interviene sul paziente in modo personalizzato. Durante una visita prepoperatoria, effettuata in modo particolarmente accurato, sono esaminate l’elasticità della pelle e le diverse zone in cui è presente il pannicolo adiposo.

Anche la valutazione della quantità di grasso è un parametro rilevante per decidere la tecnica più idonea per la liposcultura delle braccia. Sempre durante la visita vengono prescritti alcuni esami di routine: se non sono presenti problemi di salute, non esistono controindicazioni all’intervento.

Nel caso, invece, sia riscontrata una condizione di obesità sarà necessaria una dieta ipocalorica che permetta di ridurre il peso. Contrariamente a quanto si può pensare anche l’età non è un limite, è però necessario che la pelle abbia mantenuto una buona elasticità e una buona compattezza.

Il chirurgo, nel corso della visita, illustra al paziente anche la tecnica che adotterà per eseguire l’intervento di rimodellamento.

E le cicatrici?

Questo è forse uno dei primi interrogativi che ci si pone ma questa tecnica di chirurgia estetica non lascia segni evidenti sulla cute. Infatti non solo è un intervento scarsamente invasivo ma, durante l’esecuzione, sono effettuate solo alcune microincisioni nelle naturali pieghe della cute che risulteranno invisibili.

Anestesia: tipi di sedazione

L’anestesia è uno dei punti su cui si concentra l’attenzione del paziente ma sarà l’esperienza del chirurgo a scegliere la sedazione più adatta al caso da trattare chirurgicamente.

Per il body contouring l’anestesia può essere locale se interessa una determinata area del corpo, oppure regionale se viene effettuata l’epidurale o la spinale: il paziente, in questi casi, rimane sveglio. Se la scelta del chirurgo riguarda, invece, l’anestesia generale, ci sarà una completa perdita di coscienza da parte del paziente, attraverso una procedura costantemente controllata dal medico anestesista.

Secondo l’anestesia effettuata si avranno tempi di degenza diversi: il ricovero avviene in regime di day-hospital ma se l’anestesia subita è generale, il paziente trascorrerà la notte in ospedale.

Complicanze post operatorie: affidarsi a professionisti seri

La liposcultura della braccia è un trattamento molto efficace che raramente presenta complicanze: quando accadono sono da imputare a scarsa professionalità e a strutture inadeguate. Infatti non si riscontrano mai problematiche se la liposcultura viene effettuata con competenza, all’interno di Centri specialistici.

Il dott. Angelo Cossetta è un affermato specialista che effettua da anni interventi che migliorano l’armonia del fisico. Con bravura ed esperienza, il noto chirugo plastico realizza trattamenti di liposcultura a Milano, presso strutture di eccellenza dove è affiancato da un team di medici qualificati.

Quando la fase operatoria è superata il paziente scopre di avere le braccia che sognava. Belle e proporzionate acquistano l’aspetto definitivo dopo alcune settimane, lasciando estremanente soddisfatti. I consigli sono quelli di godersi questi risultati estetici accompagnandoli con una dieta bilanciata e una regolare attività sportiva.

Liposcultura ai Fianchi

liposcultura fianchi

Insieme alla liposuzione, la liposcultura dei fianchi è certamente fra le procedure più richieste in chirurgia estetica, nell’uno e nell’altro sesso.

Si definisce liposcultura – o rimodellamento corporeo – una tipologia di intervento che mediante l’applicazione di microcannule, consente di aspirare e rimuovere le adiposità localizzate in alcune zone specifiche della figura – quali appunto: i fianchi, i glutei, le cosce, le ginocchia e l’addome.

In particolare la liposcultura dei fianchi si rivolge ad un “pubblico” prevalentemente femminile, che per ragioni ormonali tende a concentrare i depositi di grasso – gli antipatici “cuscinetti“, per intenderci – fra glutei e parte alta delle cosce.

Chi può pensare di sottoporsi alla lipo-scultura dei fianchi?

Gli interventi di scultura del grasso corporeo (secondo la dicitura anglosassone, body contouring) sono indicati per le persone che presentano delle adiposità localizzate refrattarie ai regimi alimentari ipocalorici, alla ginnastica e ai comuni trattamenti estetici. Ma che godono comunque di una discreta forma fisica e di una certa compattezza dei tessuti cutanei.

Esiste un limite di età per sottoporsi a un intervento di liposcultura?

Non c’è nessun limite d’età – sulla carta – per sottoporsi agli interventi di liposcultura e rimodellamento dei fianchi. È chiaro, comunque, che tutti gli interventi di chirurgia estetica sortiscono risultati più soddisfacenti nei pazienti (mediamente) giovani, fra i quali si riscontrano migliori condizioni generali nonché una maggiore elasticità dei tessuti e, conseguentemente, una più rapida ripresa post-operatoria.

Quali sono le controindicazioni?

Gli interventi di rimodellamento estetico non sono indicati per le persone in forte sovrappeso, le quali necessitano prima di tutto di smaltire i chili superflui mediante una opportuna dieta alimentare. O quanto meno, è necessario rinviarli a dopo che tali pazienti avranno ottenuto un significativo calo ponderale per mezzo di un regime nutrizionale corretto e la pratica di una costante attività fisica.

In caso di forti dimagrimenti – che possono portare a un rilassamento eccessivo della cute, non risolvibile con la semplice applicazione di prodotti cosmetici –, viene spesso suggerito di associare alla liposcultura di addome e/o fianchi, un intervento di lifting della pelle.

Inoltre, i forti fumatori possono andare incontro a ritardi nella guarigione e a un esito dell’intervento meno buono di quello atteso nei soggetti non fumatori.

Possono verificarsi complicanze ed effetti collaterali?

Gli interventi di liposcultura delle gambe e di body contouring in genere, rappresentano ormai delle procedure di routine per i chirurghi impegnati nel campo dell’estetica. Tuttavia, seppur di rado, possono verificarsi complicazioni quali ematomi e infezioni, problematiche che (solo) le mani di un chirurgo esperto sanno trattare e risolvere facilmente.

Al fine di ridurre al minimo il rischio di eventi avversi e, soprattutto – qualora questi si verifichino –, per essere certi che vengano fronteggiati al meglio, è perciò necessario rivolgersi a medici competenti che operano all’interno di strutture adeguatamente attrezzate.

Per questo noi consigliamo un esperto e specialista della liposcultura: il dott. Angelo Cossetta.

Che tipo di anestesia viene praticata per un intervento di liposcultura?

L’intervento di “scultura dei fianchi” può richiedere la somministrazione di un’anestesia locale (più o meno forte), oppure generale, a seconda della localizzazione e dell’estensione dell’area da trattare. Nel secondo caso, l’operazione comporta generalmente un ricovero nella clinica per una o due notti; se viene effettuata l’anestesia locale, invece, l’intervento viene eseguito perlopiù in regime di day-hospital.

L’operazione di liposcultura lascerà delle cicatrici?

Negli interventi di liposcultura e liposuzione dei fianchi vengono solitamente praticate incisioni molto piccole, perlopiù “nascoste” negli incavi e nei solchi del corpo e, quindi, praticamente invisibili.

Quanto tempo dopo l’intervento di liposcultura è possibile tornare alle attività quotidiane?

Il decorso post-operatorio di tali interventi si caratterizza per una guarigione graduale. Fermo restando l’“obbligo” di riposo assoluto per le 48 ore successive all’operazione, già dal terzo giorno i pazienti possono cominciare progressivamente a riprendere la vita casalinga escludendo le attività faticose come, ad esempio, sollevare carichi e trasportare buste della spesa pesanti.

A 5 giorni dall’intervento, è possibile tornare al lavoro, purché non eccessivamente stancante. Generalmente, a 3 settimane dall’intervento di liposcultura, con lo sgonfiamento totale degli edemi, è possibile tornare alla vita che si conduceva prima dell’operazione, comprese le attività sportive.

La procedura chirurgica

Sul piano chirurgico, l’operazione richiede solamente un day hospital; dopo le consuete analisi pre-operatorie, vengono applicate delle microcannule (inserite dopo aver praticato delle incisioni millimetriche) per aspirare (quindi rimuovere) le adiposità localizzate. Successivamente, con l’ausilio delle mani, il chirurgo rimodella il nuovo profilo corporeo. L’operazione può anche essere condotta facendo ricorso ad un’anestesia, che può essere locale o generale in base all’ampiezza dell’area sulla quale operare. Nel caso di anestesia generale, può essere necessario un ricovero di 1 o 2 notti all’interno della struttura.

Il decorso postoperatorio

Una volta terminato l’intervento, al paziente viene fatta indossare una guaina elastocompressiva per circa 10 giorni; entro tale arco di tempo anche i lividi sono destinati a scomparire. È necessario osservare 48 ore di riposo assoluto, per poi riprendere in modo progressivo a tornare operativi evitando, i primi giorni, di compiere attività faticose sul piano fisico. Chi lavora può tornare in ufficio già a partire dal sesto giorno successivo, sempre che non si tratti di un’attività troppo stancante. I punti verranno rimossi circa 8 giorni dopo l’operazione. Per tornare a praticare sport è meglio attendere l’inizio della quarta settimana. Nel caso in cui si decida di ricorrere alla liposcultura poco prima di partire per le vacanze, le minuscole cicatrici lasciate dall’operazione dovranno essere protette da una comune crema solare. Occorre ricordare come le cicatrici risultino, ad ogni modo, quasi completamente invisibili, in quanto si trovano nascoste negli incavi.

Altre informazioni sulla liposcultura

Non esistono limiti di età per sottoporsi all’intervento di liposcultura ai fianchi. Occorre considerare, ad ogni modo, che i migliori risultati si ottengono su pazienti giovani o, comunque, di età media. Questo in quanto i loro tessuti godono di una maggiore elasticità, caratteristica che permette una ripresa più veloce dopo l’operazione. Le persone in condizioni di forte sovrappeso, invece, dovrebbero evitare di ricorrere ad interventi di rimodellamento prima di sottoporsi ad una dieta in grado di diminuire il peso, meglio se affiancata da una regolare attività fisica. In alcuni casi, il dimagrimento può portare ad un eccessivo rilassamento della cute, tanto da richiedere, accanto all’intervento di liposcultura, un lifting. Un paziente che fuma regolarmente deve tenere conto che la sua guarigione potrebbe essere più lenta; anche i risultati difficilmente potranno raggiungere quelli che si verificano nei non fumatori.

A chi rivolgersi

Ovviamente, è importante rivolgersi a medici che abbiano maturato una certa competenza nella liposcultura ai fianchi e che, per tale motivo, abbiano la possibilità di operare in strutture che presentano le migliori attrezzature. A questo proposito, può essere segnalato il chirurgo Angelo Cossetta, dotato dell’esperienza e delle conoscenze necessarie.

Liposcultura Ginocchia

liposcultura ginocchiaAnomali accumuli adiposi alle ginocchia, che non si risolvono né con l’attività fisica né con le diete, possono indurre le donne di qualsiasi età a rivolgersi a un chirurgo estetico. Per contrastare questi inestetismi, spesso dovuti all’ereditarietà, il professionista utilizza di preferenza la tecnica della liposcultura.

In che cosa consiste la liposcultura alle ginocchia?

La liposcultura è un tipo di lipoaspirazione utilizzata in chirurgia estetica, che ha lo scopo di rimodellare alcune parti del corpo, braccia, addome, glutei, cosce, caviglie, deformate dall’accumulo di grasso. La liposcultura alle ginocchia, in particolare, permette di recuperare una forma delle gambe equilibrata, eliminando l’adipe che si deposita prevalentemente sul lato interno delle ginocchia. Una volta che il grasso è stato rimosso, non si riforma più, perché questa tecnica distrugge le cellule che provocano l’accumulo dell’adipe in modo definitivo.

Come viene praticato l’intervento di liposuzione con modellamento?

Per la liposcultura è necessaria, così come per ogni operazione chirurgica, una valutazione della paziente da parte del chirurgo, che deve avvenire prima dell’intervento e che mira a valutare l’elasticità della pelle, a individuare i depositi di grasso e la loro estensione, oltre che a evidenziare eventuali problemi di salute.

Per quanto riguarda la liposcultura ti consigliamo un chirurgo di Milano specializzato in questo tipo di intervento, il dottor Angelo Cossetta.

Una volta stabilita l’idoneità della paziente all’intervento e dopo averla informata degli eventuali limiti dei risultati, il chirurgo procede con gli esami preoperatori. L’intervento chirurgico del rimodellamento delle ginocchia mediante liposcultura non provoca dolore e avviene solitamente in day hospital e con anestesia locale, a volte accompagnata da sedazione, che ha un effetto rilassante.

Il chirurgo pratica una piccola incisione di qualche millimetro nella parte interna del ginocchio e introduce una cannula sottile sotto il derma, con la quale aspira l’adipe. Vengono anche iniettate alcune sostanze vasocostrittrici che agevolano l’eliminazione del grasso. Il medico agisce a questo punto con le mani, al fine di ridare una forma appropriata e proporzionata alle ginocchia.

In questa fase, vi è dunque il rimodellamento vero e proprio. L’intervento ha una durata che varia da mezz’ora a un paio d’ore e non lascia cicatrici evidenti. Grazie a questa metodologia, anche i sanguinamenti sono molto ridotti.

Quali sono le conseguenze dell’operazione?

La tecnica della lipoaspirazione non ha lunghi strascichi. Se la zona da trattare è circoscritta, la paziente viene dimessa in giornata, se l’area è più estesa, è necessaria la degenza di una notte. La rimozione dei punti di sutura avviene dopo circa dieci giorni.

Successivamente all’intervento si potrebbe riscontrare un’infiammazione, con bruciore e gonfiore alle ginocchia, che si cura con antinfiammatori e che scompare in breve tempo. Qualche perdita di siero dalle ferite potrebbe verificarsi per alcuni giorni. Vengono spesso consigliate calze elastiche compressive da indossare per qualche settimana. Ai fumatori viene chiesto di ridurre il numero di sigarette, per evitare complicazioni.

Le normali attività quotidiane possono essere riprese già dopo una settimana e quelle sportive dopo un mese. Il recupero totale avviene generalmente in tre mesi.

Dove si può eseguire il rimodellamento delle ginocchia?

L’intervento di liposcultura non va sottovalutato e deve essere eseguito da un chirurgo specializzato, in una struttura adeguata. Questo garantisce i risultati attesi e la riduzione di complicanze anche nella fase che segue l’operazione. A Milano è possibile affidarsi al dott. Angelo Cossetta, chirurgo estetico specializzato in liposcultura, che opera in strutture accreditate, sicure per i pazienti.

La liposcultura è eseguibile solo privatamente, come tutte le operazioni a fini estetici, e ha un prezzo variabile in base all’entità dell’area da rimodellare e alla modalità dell’intervento, se in day hospital o con degenza.

Liposcultura Gambe

liposcultura gambe

Ormai la liposcultura delle gambe è uno degli interventi di chirurgia estetica più richiesti. Permette di rimodellare le forme scolpendo i depositi adiposi con l’aiuto di microcannule; eventualmente può essere abbinata ad altri trattamenti, come il lifting delle cosce. Il body contouring non serve per perdere peso e non può sostituire una dieta. Non a caso chi è in sovrappeso deve sottoporsi a un programma di dimagrimento prima di procedere con il rimodellamento.

Chi può sottoporsi a un intervento di liposcultura delle gambe?

Non ci sono limiti di età per sottoporsi a un’operazione di rimodellamento corporeo. Tuttavia questo intervento è sconsigliato prima dei venti anni, quando il corpo non ha ancora raggiunto la sua forma definitiva. E’ sconsigliato anche in tarda età; in questo caso il risultato finale può essere compromesso dalla scarsa elasticità della pelle.

In generale il target tipico è rappresentato da chi ha una forma fisica discreta e una buona elasticità cutanea, ma ha il problema di adiposità localizzate che non possono essere ridotte con l’attività fisica o la dieta. Alcune patologie sono incompatibili con un intervento di liposcultura. Si tratta di disturbi renali e cardiaci, diabete, difficoltà di coagulazione e problemi vascolari, come flebite o varici.

La preparazione all’intervento

Quando si decide di ricorrere a un intervento di body contouring, occorre innanzitutto scegliere con cura la struttura a cui affidarsi. E’ infatti necessario che si tratti di una struttura autorizzata, dove operano specialisti del settore (clicca qui per maggiori informazioni su Angelo Cossetta, uno specialista di questo tipo di operazione) ed è garantita un’adeguata assistenza anestesiologica. Solo in questo modo si possono fronteggiare senza problemi eventuali complicazioni, come infezioni ed ematomi.

Un buon specialista è riconoscibile anche dal modo in cui conduce la visita preoperatoria. Questa deve essere innanzitutto un’occasione per valutare il grado di elasticità della pelle e le caratteristiche dei depositi adiposi. Sulla base di questa valutazione si decidono le strategie di intervento e si indicano al paziente in tutta onestà i risultati raggiungibili.

Durante la visita preoperatoria si deve anche comprendere se lo stato di salute del paziente è compatibile o meno con un intervento di liposcultura. A questo fine vengono effettuati elettrocardiogramma, analisi del sangue ed eventualmente altre analisi. Nei giorni che precedono l’operazione è opportuno evitare il consumo di alcol, tabacco e farmaci derivati da FANS, in modo da prevenire l’insorgere di complicazioni.

Intervento e convalescenza

Un’operazione di liposcultura ha una durata variabile da caso a caso, ma comunque limitata. Viene effettuata sotto anestesia locale con sedazione, sotto anestesia loco-regionale oppure sotto anestesia totale. In quest’ultimo caso è previsto un ricovero di 1-2 notti, altrimenti si viene dimessi dopo poche ore dall’intervento. L’inserimento delle microcannule necessita di incisioni lunghe pochi millimetri, che vengono praticate nelle pieghe della pelle.

Questo fa sì che le cicatrici siano praticamente invisibili. Dopo l’intervento è opportuno indossare per circa tre settimane una guaina compressiva, così da limitare gonfiore ed ematomi. Si possono riprendere le normali attività quotidiane già il terzo giorno, il lavoro il quarto-quinto giorno e lo sport alla terza settimana.

Il risultato definitivo sarà visibile circa tre mesi dopo l’intervento, quando saranno scomparsi gonfiore ed edema. Per accelerare tale processo, è sempre consigliabile sottoporsi a linfodrenaggio. Se si segue una dieta bilanciata e si pratica con regolarità attività sportiva, il risultato sarà permanente.

I prezzi della liposcultura delle gambe

I prezzi della liposcultura delle gambe dipendono dalla zona su cui si deve intervenire e dalle caratteristiche del deposito adiposo. Questo tipo di intervento non è convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale, tuttavia la maggior parte delle strutture dà la possibilità di effettuare comodi pagamenti rateali.

Liposcultura Glutei

liposcultura glutei

Parlare di liposcultura ai glutei significa fare riferimento, all’interno degli interventi di chirurgia estetica, ad un trattamento che non ha come obiettivo il dimagrimento, quanto il rimodellamento di una particolare zona del corpo attraverso la rimozione di accumuli di grasso. Oltre che i glutei l’intervento può interessare anche le cosce; in quest’ultimo caso viene accompagnato da un lifting, che mira a risolvere un problema piuttosto diffuso, quello del rilassamento cutaneo.

Caratteristiche principali di un intervento di liposcultura glutei

Prima di procedere con l’intervento è necessaria una visita pre-operatoria, che servirà a stabilire le incisioni necessarie.

Consigliamo di rivolgersi ad uno specialista di questo tipo di intervento, come il dottore di Milano Angelo Cossetta.

Ultimamente si fa ricorso a tecniche innovative come, ad esempio, la “Wet Lipo“; quest’ultima ha un doppio vantaggio.

Da un lato, infatti, consente di aspirare il grasso eccedente senza che vengano provocate ecchimosi eccessive; dall’altro permette di ridurre il dolore che si presenta dopo la conclusione dell’operazione. La “Wet Lipo” viene effettuata attraverso infiltrazioni di una soluzione salina, di un anestetico e di adrenalina nelle zone oggetto del trattamento, seguite dall’aspirazione del grasso.

Tale infiltrazione provoca una vasocostrizione che facilita l’eliminazione del grasso, rendendo l’intervento sicuramente più preciso e assicurando una convalescenza più rapida.

Nel caso in cui, nonostante l’operazione sia eseguita con estrema professionalità, dovessero presentarsi sulla superficie cutanea delle irregolarità, è comunque possibile intervenire nuovamente attraverso un intervento di revisione. Inoltre, grazie alle tecniche più recenti, in diversi casi è anche possibile programmare delle sedute multiple in luogo di un’unica seduta, con il ricorso all’anestesia locale.

La fase post-operatoria

Chi sceglie di ricorrere alla liposcultura si garantisce dei risultati permanenti, soprattutto quando si accompagna il trattamento con un’alimentazione regolare e un costante esercizio fisico. La guarigione avverrà progressivamente, con risultati che diverranno evidenti trascorsi circa 3 mesi.

Per quanto riguarda il decorso operatorio, a parte la presenza di un edema e di un gonfiore, si presenteranno dei dolori, che saranno comunque limitati ai primi 2 o 3 giorni, con degli indolenzimenti della parte oggetto dell’intervento. Questo periodo può variare in considerazione del peso del soggetto e della quantità di grasso rimosso.

Sono comunque sufficienti degli analgesici per poter contrastare in modo efficace tali disturbi. Nei primi due giorni è consigliato rimanere a riposo, quindi si può tornare a condurre una vita normale, cercando ad ogni modo di evitare attività che possono risultare eccessivamente faticose. Nel giro di un paio di settimane sia il gonfiore che l’edema tendono a scomparire.

Il prezzo della liposcultura ai glutei e le operazioni correlate

Per quanto riguarda il prezzo di una liposcultura glutei, quello medio è di 2500 euro, ma possono manifestarsi anche delle variazioni piuttosto importanti da questa cifra nel caso in cui si presentino delle particolari difficoltà nel corso dell’operazione.

Chi, invece, sceglie di abbinare alla liposcultura dei glutei anche un rimodellamento delle gambe e delle cosce può arrivare a spendere una cifra di circa 4-5000 euro.

Non esiste un periodo dell’anno maggiormente indicato per l’intervento anche se, come avviene per le altre operazioni di chirurgia estetica, i mesi invernali permettono di evitare problemi di pigmentazione delle cicatrici, cosa che potrebbe avvenire nei caldi mesi estivi.

Chi desidera accelerare la guarigione può anche scegliere di ricorrere ad un ciclo di linfodrenaggio, ma non deve essere effettuata prima di due mesi dalla liposcultura.

Liposcultura alle Caviglie

liposcultura caviglie

Informazioni generali

Le caviglie grosse sono un inestetismo che comporta disagio nel 27% delle donne. Ciò non viene invece percepito come difetto negli uomini. Pertanto, con il fine di ridare un aspetto snello ed elegante alle caviglie, si può ricorrere alla liposcultura delle caviglie, tecnica che comunque richiede la verifica del motivo della grossezza delle caviglie stesse. La liposcultura non è consigliabile nei casi di ossa grosse, mentre è attuabile se l’inestetismo è creato da tratti adiposi. In tal caso si può procedere alle modellazione delle caviglie e dei polpacci.

Ogni donna desidera gambe snelle e i polpacci sono un elemento essenziale di queste. Per questo la maggior parte delle donne che hanno i polpacci grossi vivono questo come un grosso difetto estetico, che tuttavia possono facilmente eliminare rivolgendosi a specialisti della liposcultura.

Diffidare dai costi troppo bassi

La liposcultura pertanto comporta la riduzione del grasso ed è consigliabile a tutti colori che vogliono eliminare il problema delle caviglie grosse, dovute proprio agli accumuli di grasso. L’intervento viene eseguito tramite anestesia locale. Affinché sia possibile effettuare l’intervento è fondamentale affidarsi a specialisti che devono valutare la tonicità cutanea e lo stato di salute generale per garantire un intervento ben riuscito e con un rischio di complicazioni assente.

E’ pertanto evidente, che sebbene si tratti di un intervento di piccola entità, è comunque consigliabile rivolgersi a specialisti in grado di valutare attentamente le singole esigenze ed effettuare interventi nella massima sicurezza ed offrendo elevate garanzie. Infatti interventi effettuati in maniera non corretta o in strutture non adeguate potrebbero comportare complicazioni serie che nelle situazioni più complesse possono compromettere l’estetica generale del paziente ma anche il suo stato di salute in generale.

Costo della liposcultura

La tecniche invece è sconsigliata in tutti i casi in cui il fenomeno delle caviglie grosse sia indotto dalla ritenzione idrica o da conformazioni ossee grosse o sporgenti. Come anticipato la liposcultura richiede esperienza, medici specializzati e l’impiego di cliniche altamente qualificate, pertanto il prezzo della liposcultura alle caviglie varia da un minimo di 1.000 euro fino a raggiungere anche i 2.500 euro.

I costi delle liposcultura alle caviglie variano da paziente a paziente in base all’area da trattare e alle zone in cui intervenire, anche perché spesso quando si effettua la liposcultura alle caviglie generalmente si interviene anche sui polpacci o si snellisce la gamba in genere, cosi da ottenere un risultato estetico eccellente.

Naturalmente è possibile portare per soluzioni finanziare anche diluite nel tempo, tuttavia diffidate se il prezzo della liposcultura alle caviglie si rileva troppo basso, infatti questo spesso nasconde interventi di pessima qualita’ che potrebbero recare danni irrimediabili. L’intervento dura davvero poco e in genere nel giro di 15 o al massimo 30 minuti dovrebbe concludersi. Anche la degenza è minima e varia da un paio di ore fino al massimo di una giornata intera per poi far ritorno a casa.

Dettagli sulle degenza

Dopo l’intervento il paziente dovrà portare un bendaggio e dovrà osservare alcune semplici indicazioni fino ai successivi 7 giorni, quando generalmente è programmata un’ulteriore medicazione. L’operazione comporta delle cicatrici che scompariranno insieme al gonfiore in pochi giorni per diventare praticamente invisibili. Inoltre la tecnica è davvero poco invasiva e non richiede attenzioni particolari se non quella di una corretta alimentazione.

Liposcultura Cosce

liposcultura cosce

Forme armoniose con la liposcultura delle cosce

La chirurgia estetica è in continua evoluzione e oggi alla tradizionale liposuzione degli arti inferiori si affianca la liposcultura. In particolare, la liposcultura delle cosce non si limita a ridurre gli accumuli di grasso, ma rimodella anche la zona, garantendo risultati più armoniosi.

È un trattamento particolarmente indicato per chi è soggetto a questi inestetismi e non riesce ad ottenere risultati apprezzabili nonostante sport e diete. Ecco come funziona e qual è il prezzo della liposcultura alle cosce.

Via il grasso, migliora la silhouette

Rispetto alla liposuzione, la liposcultura delle cosce viene effettuata con cannule più piccole e precise che, inserite tramite micro-incisioni, frantumano e risucchiano il grasso in eccesso salvaguardando l’armonia finale della forma delle gambe: spesso vengono tracciate apposite linee-guida per tenere sempre sotto controllo le proporzioni.

Inoltre, in alcuni casi, per rendere il rimodellamento della zona cosce-glutei ancora più efficace, si integra la liposcultura con interventi di lipofilling, ossia di riempimento dei vuoti con il grasso prelevato: per esempio, si possono raffinare le cosce e rendere più pieni e sodi i glutei.

Di norma, l’intervento è effettuato in day-hospital per i casi più contenuti, mentre quelli di maggiore entità richiedono una notte di degenza; anche la scelta dell’anestesia, locale o totale, varia a seconda dell’operazione.

Dopo l’operazione

Al termine della fase chirurgica è previsto il posizionamento di una guaina che va indossata per almeno una ventina giorni (o secondo le indicazioni del chirurgo) per aiutare i tessuti ad assumere la forma desiderata; risultando assolutamente invisibile sotto agli abiti, non costituirà un impedimento alla ripresa delle proprie abitudini.

Nei primi giorni dopo l’intervento è necessario seguire una cura antibiotica preventiva. In generale, la parola d’ordine dopo l’operazione è pazienza: il gonfiore diffuso e i lividi si riassorbono col tempo, lasciando spazio ai risultati effettivi; in alcuni casi, dopo almeno due-tre settimane, è consigliabile effettuare dei massaggi che favoriscano il recupero in centri specializzati.

Il dolore e l’indolenzimento variano da persona a persona, ma sono comunque nell’ordine dei disturbi risolvibili con antidolorifici comuni. Nella maggior parte dei casi si può tornare al lavoro dal giorno successivo o da pochi giorni dopo l’intervento, mentre per palestra ed esposizione al sole è consigliabile aspettare almeno trenta-quaranta giorni.

Risultati permanenti

Eliminate le cellule responsabili degli accumuli di grasso, gli adipociti, gli effetti che si ottengono con la liposcultura dei glutei e delle cosce hanno carattere permanente, anzi: il progressivo assestamento dei tessuti dopo l’intervento rende il risultato ancora più stabile e, salvo bruschi cambiamenti di peso, si può dire addio agli inestetismi. Grazie alla liposcultura, le cosce risultano ringiovanite e la pelle più tesa e compatta.

Qual è il prezzo di una liposcultura delle cosce?

I costi richiesti per la liposcultura variano a seconda di numerosi parametri, come il centro di riferimento, l’entità dell’operazione e l’inclusione o l’esclusione degli esami pre-operatori, della guaina e così via. In linea generale, il prezzo di una liposcultura alle cosce varia tra i tremila e i settemila euro, ma è sempre consigliabile richiedere un preventivo personalizzato; spesso è possibile ricorrere a finanziamenti con pagamenti rateali.

Liposcultura Addome

liposcultura addome

L’importanza di un addome ben definito

La ricerca in campo medico e l’evoluzione delle tecniche di chirurgia estetica vanno di pari passo con il cambiamento dei canoni estetici moderni, sia in ambito femminile che in quello maschile.

Oggi un addome privo di grasso e ben definito può aiutare non solo ad essere più a proprio agio con il proprio corpo, ma anche a godere di una salute psicofisica migliore, e di conseguenza a raggiungere migliori obiettivi a livello sociale.

Liposuzione dell’addome è il termine con cui si definisce un particolare tipo di intervento chirurgico, tramite il quale il medico provvede ad asportare fisicamente il tessuto adiposo che si trova in eccesso, eliminandolo totalmente dalle zone prefissate. Per effettuare questo tipo di operazione, vengono utilizzate canule che nel corso dei decenni sono divenute via via sempre più sottili, fino a raggiungere la dimensione di qualche millimetro.

La liposcultura dell’addome

Con l’evoluzione delle tecniche di chirurgia estetica, e grazie a cospicui investimenti in termine di ricerca, si è giunti alla conclusione che è necessario non solo eliminare il grasso in eccesso, ma anche riempire e modellare quelle zone del proprio addome che presentano delle carenze a livello estetico e strutturale, che impediscono la naturale definizione della muscolatura e delle linee di un corpo tonico e sano.

Questo nuovo tipo di intervento di chirurgia estetica viene definito liposcultura, e permette quindi di scolpire il corpo a prescindere dal tessuto adiposo che viene aspirato o che viene immesso.

Come si effettua un intervento di liposcultura addominale?

La liposcultura dell’addome è un tipo di intervento che necessita uno studio preventivo molto importante, che deve necessariamente essere eseguito da un medico competente ed in grado di valutare lo stato di tonicità ed elasticità della pelle e dei tessuti di ogni singolo paziente.

L’intervento vero e proprio viene realizzato in anestesia locale o con sedazione non peridurale, e dura da una a due ore.

A questo punto il medico utilizza delle apposite canule, sottili qualche millimetro, attraverso le quali viene asportato od iniettato il grasso nell’addome. A differenza della liposuzione dell’addome, nella liposcultura queste operazioni vengono eseguite in modo meno invasivo, tramite l’impiego non solo di pompe, ma anche di siringhe utilizzate manualmente.

Gli effetti post operatori

La liposcultura addominale permette quindi di modellare il proprio corpo in tre dimensioni, nel rispetto delle naturali curve presenti in un corpo sano ed in forma.

Il decorso post operatorio dura qualche settimana, a seconda ovviamente del tipo di intervento che è stato eseguito. In alcuni casi il medico consiglia l’utilizzo di una protezione avvolgente, che aiuta la cicatrizzazione ed evita che si formino dei vuoti nell’addome, e quindi la formazione di liquidi.

Considerando i diametri millimetrici delle canule che vengono utilizzate, le cicatrici di questo tipo di intervento risultano pressoché invisibili. Inoltre, questi piccoli tagli cutanei vengono eseguiti in pieghe naturali dell’addome o all’interno dell’ombelico, in modo da essere completamente nascosti.

Se il naturale decorso post operatorio viene eseguito nel rispetto di quanto prescritto dal medico, il soggetto può tornare ad una vita perfettamente normale e può eseguire tranquillamente qualsiasi tipo di attività fisica e sportiva.

Chi può godere dei benefici della liposcultura

In questo tipo di intervento l’età non è un discriminante, quanto più lo sono l’elasticità e la salute cutanee. Ci sono persone di età avanzata che presentano cute più idonea di soggetti giovani, pertanto solo tramite un approfondito studio iniziale è possibile valutare assieme al medico la possibilità o meno di intervento.

La liposcultura è sconsigliata unicamente nei casi in cui il fisico non sia in ordine, o nel caso in cui le aspettative del cliente risultino troppo esagerate e non in linea con le reali possibilità di risultato dell’intervento. La liposcultura non è il rimedio alla presenza della cellulite, che può essere invece eliminata con attività fisica e alimentazione corretta.