Liposcultura Ginocchia

liposcultura ginocchiaAnomali accumuli adiposi alle ginocchia, che non si risolvono né con l’attività fisica né con le diete, possono indurre le donne di qualsiasi età a rivolgersi a un chirurgo estetico. Per contrastare questi inestetismi, spesso dovuti all’ereditarietà, il professionista utilizza di preferenza la tecnica della liposcultura.

In che cosa consiste la liposcultura alle ginocchia?

La liposcultura è un tipo di lipoaspirazione utilizzata in chirurgia estetica, che ha lo scopo di rimodellare alcune parti del corpo, braccia, addome, glutei, cosce, caviglie, deformate dall’accumulo di grasso. La liposcultura alle ginocchia, in particolare, permette di recuperare una forma delle gambe equilibrata, eliminando l’adipe che si deposita prevalentemente sul lato interno delle ginocchia. Una volta che il grasso è stato rimosso, non si riforma più, perché questa tecnica distrugge le cellule che provocano l’accumulo dell’adipe in modo definitivo.

Come viene praticato l’intervento di liposuzione con modellamento?

Per la liposcultura è necessaria, così come per ogni operazione chirurgica, una valutazione della paziente da parte del chirurgo, che deve avvenire prima dell’intervento e che mira a valutare l’elasticità della pelle, a individuare i depositi di grasso e la loro estensione, oltre che a evidenziare eventuali problemi di salute.

Per quanto riguarda la liposcultura ti consigliamo un chirurgo di Milano specializzato in questo tipo di intervento, il dottor Angelo Cossetta.

Una volta stabilita l’idoneità della paziente all’intervento e dopo averla informata degli eventuali limiti dei risultati, il chirurgo procede con gli esami preoperatori. L’intervento chirurgico del rimodellamento delle ginocchia mediante liposcultura non provoca dolore e avviene solitamente in day hospital e con anestesia locale, a volte accompagnata da sedazione, che ha un effetto rilassante.

Il chirurgo pratica una piccola incisione di qualche millimetro nella parte interna del ginocchio e introduce una cannula sottile sotto il derma, con la quale aspira l’adipe. Vengono anche iniettate alcune sostanze vasocostrittrici che agevolano l’eliminazione del grasso. Il medico agisce a questo punto con le mani, al fine di ridare una forma appropriata e proporzionata alle ginocchia.

In questa fase, vi è dunque il rimodellamento vero e proprio. L’intervento ha una durata che varia da mezz’ora a un paio d’ore e non lascia cicatrici evidenti. Grazie a questa metodologia, anche i sanguinamenti sono molto ridotti.

Quali sono le conseguenze dell’operazione?

La tecnica della lipoaspirazione non ha lunghi strascichi. Se la zona da trattare è circoscritta, la paziente viene dimessa in giornata, se l’area è più estesa, è necessaria la degenza di una notte. La rimozione dei punti di sutura avviene dopo circa dieci giorni.

Successivamente all’intervento si potrebbe riscontrare un’infiammazione, con bruciore e gonfiore alle ginocchia, che si cura con antinfiammatori e che scompare in breve tempo. Qualche perdita di siero dalle ferite potrebbe verificarsi per alcuni giorni. Vengono spesso consigliate calze elastiche compressive da indossare per qualche settimana. Ai fumatori viene chiesto di ridurre il numero di sigarette, per evitare complicazioni.

Le normali attività quotidiane possono essere riprese già dopo una settimana e quelle sportive dopo un mese. Il recupero totale avviene generalmente in tre mesi.

Dove si può eseguire il rimodellamento delle ginocchia?

L’intervento di liposcultura non va sottovalutato e deve essere eseguito da un chirurgo specializzato, in una struttura adeguata. Questo garantisce i risultati attesi e la riduzione di complicanze anche nella fase che segue l’operazione. A Milano è possibile affidarsi al dott. Angelo Cossetta, chirurgo estetico specializzato in liposcultura, che opera in strutture accreditate, sicure per i pazienti.

La liposcultura è eseguibile solo privatamente, come tutte le operazioni a fini estetici, e ha un prezzo variabile in base all’entità dell’area da rimodellare e alla modalità dell’intervento, se in day hospital o con degenza.